GSK Ematologia
Ematologia Amgen
Janssen Oncology
Celgene Ematologia

Eparina a basso peso molecolare per la prevenzione del tromboembolismo venoso in pazienti con immobilizzazione della gamba


L’immobilizzazione della gamba è associata a tromboembolismo venoso ( VTE ). L’Eparina a basso peso molecolare ( LMWH ) rappresenta un trattamento anticoagulante che potrebbe essere utilizzato nei pazienti adulti con immobilizzazione della gamba per prevenire la trombosi venosa profonda e le sue complicanze.

È stato fatto un aggiornamento della revisione pubblicata nel 2008 per valutare l'efficacia della Eparina a basso peso molecolare nella prevenzione della tromboembolia venosa in pazienti con immobilizzazione della gamba non costretti a letto.

Sono stati esaminati gli studi randomizzati e controllati e gli studi clinici controllati che descrivevano la tromboprofilassi a base di Eparina a basso peso molecolare rispetto a nessuna misura profilattica o placebo in pazienti adulti con immobilizzazione della gamba mediante gesso o tutore.

Sono stati inclusi 6 studi randomizzati controllati che soddisfacevano i criteri di cui sopra per un totale di 1.490 pazienti.

L’incidenza di tromboembolismo venoso variava dal 4.3% al 40% nei pazienti che avevano avuto un infortunio alla gamba che era stata immobilizzata con il gesso o un tutore per almeno una settimana e che non avevano ricevuto profilassi oppure placebo.

Questo numero è risultato significativamente più basso nei pazienti che hanno ricevuto iniezioni sottocutanee giornaliere di Eparina a basso peso molecolare durante l’immobilizzazione ( tassi di eventi che vanno da 0% a 37%, odds ratio OR=0.49; con evidenza minima di eterogeneità con un I2 del 20%, P=0.29 ).

Risultati analoghi sono stati osservati nelle seguenti sottocategorie: pazienti operati, pazienti trattati in modo conservativo, pazienti con fratture, pazienti con lesioni dei tessuti molli, pazienti con trombosi prossimale, pazienti con trombosi distale e pazienti con gesso sotto il ginocchio.

Le complicazioni di eventi emorragici maggiori sono state estremamente rare ( 0.3% ) e non ci sono state segnalazioni di trombocitopenia indotta da Eparina.

In conclusione, l'uso di Eparina a basso peso molecolare in pazienti non-ricoverati riduce significativamente il tromboembolismo venoso quando è necessaria l'immobilizzazione della gamba. ( Xagena2014 )

Testroote M et al, Cochrane Database Syst Rev 2014; 4:CD006681. doi: 10.1002/14651858.CD006681.pub3

Emo2014 Orto2014 Farma2014


Indietro